Vai al contenuto


Ben tornato, Visitatore

Registrati per avere accesso a tutte le funzionalitą. Una volta registrato/a, potrai creare nuove discussioni, rispondere a quelle esistenti, usare la messaggistica privata, condividere le tue foto nella Photo Gallery e molto altro ancora. La registrazione è veloce e gratuita!

Connettiti con Facebook

Connessione oppure Registrati



Cerca articoli


Recent Comments


Aggiornamenti di Stato Recenti

Vedi Tutti gli Aggiornamenti

dicembre 2017

L M M G V S D
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31


Recent Topics

Recent Comments


Forum Donation

Contribuisci per sostenere TiempoLibre Hi-Tech Community. Apprezziamo tutti i contributi.

Please donate to support TiempoLibre Hi-Tech Community. We appreciate all donations!

3%

3% of donation goal reached.

Donate Sidebar by DevFuse
* * * - -

Sindrome da Facebook

facebook dipendenza sindrome da facebook tossico-dipendenza da social

Immagine inserita
 
FaceBook ha avuto in Italia, così come negli altri paesi, un successo esponenziale. Infatti, sempre più persone s’iscrivono ed interagiscono ed il sistema sembra non avere crisi, da subito ci si è accorti che l’utilizzo assiduo di FB provoca l’isolamento e all’alienazione dei soggetti che cadono nella sindrome “facebookiana”. 
I sintomi della sindrome sono risaputi:  pubblicare  informazioni personali anche le più futili, aggiungere negli “amici” persone che non si conoscono, condividere immagini e massime di grandi della storia senza conoscerne nemmeno la biografia ed infine visionare minuto per minuto le famigerate notifiche.
Uno studio recente di   Diana Tamir e Jason Mitchell della California University ha cercato di capire perché di questa ossessione al social network?
Il <<piacere>> la chiave è il piacere. I due ricercatori hanno fatto uno studio particolareggiato e per loro il 30/40% delle pubblicazioni che ognuno di noi fa sui social network è concentrato su noi stessi ed in questi casi il cervello produce dopamina. La produzione di dopamina rende l’uso di facebook una droga di fatto, così come chiarito nello studio, quindi i comportamenti psico compulsivi come collegarsi 20 volte al giorno e controllare costantemente le notifiche potrebbero essere indice di una grave dipendenza.
Inoltre, altri studi hanno dimostrato che la nocività di facebook non si limita alla semplice dipendenza ma anche ad un vero e proprio danneggiamento fisico di parti del cervello che comporterebbe ad una regressione ad uno stato infantile e limitando la soglia d'attenzione e la capacita' di comunicare. La neurologa Susan Greenfield, docente a Oxford, ha invitato il governo a preoccuparsi dell'impatto psicologico di internet sui giovani. Greenfield sostiene che siti come Facebook e Twitter abituino a stimoli troppo rapidi per cui nella vita reale i ragazzi non riuscirebbero in futuro a tenere alta l’attenzione.
Senza alcun dubbio la questione FB sta prendendo una brutta piega e sta diventando una vera e propria seconda realtà, da questo momento apriremo un forum di discussione per cercheremo di capire ed informare di più su questo fenomeno ed attivare anche iniziative affinché si possano recuperare i casi gravi.


Scritto da Bodom in Esclusiva per TiempoLibreSite.com


0 Commenti

 

Licenza Creative Commons
Magazine Community - TiempoLibreSite - Notizie, Guide, Approfondimenti č distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Based on a work at Notizie TiempoLibreSite.
Permessi ulteriori rispetto alle finalitą della presente licenza possono essere disponibili presso http://www.tiempolibresite.com/forum/forum/14-area-di-servizio/.

TiempoLibreSite è un progetto creato ed ideato da E. Catania il 25/04/2003 edito dall'Associazione Culturale Tiempo Libre, supporto tecnico-manutenzione-sviluppo della piattaforma a cura di WebAgency TLS. Il logo "TiempoLibre" è un marchio registrato e di esclusivo utilizzo di E. Catania.

Community Skin by Fredson Nunes Junior